Indietro
1920x580

Pressione alta? Colesterolo alto?

Potreste provare con l’aglio

Greci e Romani se lo mangiavano prima della battaglia, per dare forza. Ed è leggendaria la capacità dell’aglio di aiutare il corpo a combattere infezioni. Questa meravigliosa pianta aromatica  ha un potenziale davvero vasto in molti ambiti: rende la pelle più sana, aiuta i capelli a rafforzarsi, disintossica, abbassa il livello di glicemia nel sangue e… abbassa la pressione sanguigna! La pressione è la forza con cui il sangue viene spinto nei vasi. La massima misura l’efficienza del muscolo cardiaco e l’elasticità delle arterie quando il sangue le attraversa. Il valore normale risponde più o meno a 120. La pressione minima o diastolica si misura un attimo prima che il cuore riprenda a riempirsi  e viene misurata prima dell’inizio di una nuova sistole. Quindi se il sangue incontra resistenza la minima faticherà a scendere.

L’ipertensione, se non controllata, è molto pericolosa per il nostro organismo. Il Ministero della Salute Italiano, in un opuscolo dedicato a questa problematica, conferma infatti che “le persone affette da ipertensione che hanno anche livelli alti di glicemia o di colesterolo nel sangue presentano rischi ancora maggiori di infarto e ictus.” Può sembrare strano ma l’aglio può contribuire alla corretta funzionalità dell’apparato cardiovascolare e a regolarizzare la pressione. Quali proprietà ha in questo senso? Prima di tutto, contrasta lo stress ossidativo, responsabile dell’invecchiamento precoce. E poi sostiene il metabolismo dei grassi, ovvero aiuta l’organismo a evitare accumuli di trigliceridi e colesterolo. Infine, promuove la funzionalità cardiovascolare. La cosa migliore è prenderlo sotto forma di integratori concepiti appositamente, con un quantitativo di allina calibrato. Se ne trovano, di diverso tipo, in farmacia.

Eventi

Tre segreti per un sorriso smagliante

I consigli di DentalPro

Borse da lavoro per lei

Ideali per l’ufficio e non solo