Indietro

Echinacea: proprietà benefiche

Echinacea è il nome comune di un gruppo di piante erbe originarie del Nord America e diffuse in maniera estesa dal Messico al Canada. Qual è la sua proprietà? La capacità di attivare l’azione fagocitaria dei linfociti e rinforzare il sistema immunitario specifico. In particolare riduce le probabilità di contrarre i virus responsabili di raffreddore e influenza e accelera i tempi di guarigione. Il meccanismo di azione si esplica mediante un aumento dei leucociti, in particolare dei granulociti polimorfonucleati (o neutrofili) e dei monociti-macrofagi del sistema reticolo-endoteliale, adibiti a fagocitare (mangiare) gli agenti estranei dannosi (batteri, funghi etc.). I macrofagi sono cellule immunitarie altamente differenziate nei vari tessuti dell'organismo, dove ricoprono il ruolo di "spazzini del corpo umano". I macrofagi si concentrano dove c'è necessità di eliminare un rifiuto, come un battere, un prodotto di disfacimento dei tessuti o una cellula danneggiata. I granulociti neutrofili sono un tipo di leucocita (globulo bianco) avente funzioni di difesa dell'organismo contro infezioni batteriche e fungine.

L’echinacea ha il potere di aumentare l'attività dei globuli bianchi e quindi le difese dell'organismo e ciò è dimostrato da studi scientifici. La pianta inoltre contiene l'echinacoside che svolge azione antibiotica e batteriostatica, in grado di inibire la replicazione di batteri difficilmente controllabili; mentre l'echinaceina conferisce alla pianta proprietà antinfiammatoria. Infine la presenza di acido cicorico e acido caffeico svolgono azione antivirale, tale da ostacolare la penetrazione del virus nelle cellule sane.

Pur restando nell’ambito dei rimedi naturali/integratori l’echinacea ha alcune controindicazioni. Verificate sempre il foglietto illustrativo e sentite il parere del vostro medico.

Eventi

Il tempo della Gentilezza

DIMMI DI PIÙ!

Quali scegliere e perchè

Erbe aromatiche

DIMMI DI PIÙ!