Indietro

Tornano le culotte e il raso

Anche la broderie effetto Sangallo

Sapevate che all’inizio del 700 le mutande venivano indossate da tre nobildonne su dieci? Il loro ritorno è datato Ottocento ed è legato all’avvento delle crinoline. E sapevate che “mutanda” viene dal termine medioevale latino che significa “ciò che muta”? In effetti la moda intima muta tantissimo e ci riporta spesso alla femminilità di tempi antichi rivista in versione moderna.

Ad esempio, Intimissimi per la primavera estate 2020 propone una collezione con i 4 elementi (fuoco, terra, acqua, aria). E anche qui, si colgono spunti affascinanti come le culotte di raso e dentelle per arrivare persino al classico pigiama di raso (fuoco). Sulle stoffe setose e sul nightwear sbocciano bouquet di fiori e sui completi appare la broderie effetto Sangallo (aria). La broderie è il ricamo eseguito su stoffa e il Sangallo è un pizzo che presenta piccoli trafori, foglioline e fiorellini, la cui genesi è nella città di San Gallo in Svizzera, specializzata nella creazione di questi merletti unici.  L’acqua si affida alle infinite gradazioni del blu e le accosta al rigato in stile bretone: nightwear e maglieria si uniscono alla seta ultralight, nuova texture speciale studiata per affrontare il caldo estivo. La terra si ispira ai tessuti etnici e stampa su pigiami e completi in seta disegni cashmere dai colori vivaci, le tinte neutre e coloniali, il tabacco e il lurex fanno brillare slip e bra con delicatezza.

Eventi

Il tempo della Gentilezza

DIMMI DI PIÙ!

Quali scegliere e perchè

Erbe aromatiche

DIMMI DI PIÙ!